La Siria ha il suo Governo in esilio

Governi in esilio durante la Seconda guerra mondiale: la Principessa Frederika di Grecia passa in rassegna le sue truppe in Egitto.

Gli Stati del Golfo Persico e la Francia hanno riconosciuto la Coalizione nazionale delle forze rivoluzionarie e di opposizione siriane come “unico legittimo rappresentante del popolo siriano”.

Si tratta di una formula diplomatica utilizzata per riconoscere i Governi in esilio.

Volendo portare la costruzione giuridica alle sue estreme conseguenze, il Governo in esilio potrebbe autorizzare un intervento militare in Siria senza il consenso del Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite.

E’ improbabile, tuttavia, che avvenga qualcosa del genere, soprattutto tenendo conto che la Coalizione non è stata ancora riconosciuta dagli Stati Uniti e dall’Unione europea.

In ogni caso, si tratta di un chiaro passo avanti per l’opposizione, che finora ha dimostrato una notevole resilienza alla pressione militare del Governo di Damasco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...