Inutile il catenaccio di Cameron, la City perde colpi

Per difenderla, Cameron aveva opposto l’ennesimo veto britannico alla tobin tax.

Ma la City di Londra perde colpi comunque nelle statistiche sul numero degli occupati nel settore finanziario, superata da New York e tallonata dalle ex colonie di Hong Kong e Singapore.

Secondo il Centre for Economics and Business Research, che ha elaborato i dati, il sorpasso sarebbe dovuto a una ripresa americana più rapida di quella europea e a un clima ostile alla finanza creatosi in Gran Bretagna dopo la crisi (e qui sembra di sentir parlare Briatore).

A lungo termine secondo il CEBR il declino di Londra continuerà, ma anche New York sarà scavalcata da Hong Kong e Singapore, sull’onda delle forze storiche che stanno spostando il baricentro mondiale verso Oriente.

E’ la storia, in effetti, a condannare Londra, che dopo aver perso il suo ruolo di capitale dell’Impero Britannico era stata dopata dalla Thatcher con massicce iniezioni di deregulation selvaggia, mentre ancora il Regno Unito ripagava i suoi debiti di guerra agli Stati Uniti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...