Secessioni e annessioni, come la crisi potrebbe ridisegnare la carta geografica

 

E’ difficile dire ancora se questa sia una crisi epocale. Certo è che potrebbe cambiare la cartina geografica, tanto in Europa quanto in Nordamerica.

In Europa essa ha principalmente incrementato le forze centrifughe: in Catalogna, in Scozia e in Belgio, con qualche focolaio indipendentista anche nelle Venezie.

In Nordamerica, viceversa, la crisi spegne le velleità indipendentistiche e autonomistiche di Portorico, ex colonia spagnola, ora “Estado Libre Asociado” degli Stati Uniti.

Fino a poco tempo fa, Portorico aveva un forte movimento indipendentista, ma ora con la crisi si aggrappa alla ricca madrepatria americana.

Così, in concomitanza con le ultime elezioni presidenziali (per le quali i portoricani non possono votare), nell’isola si è tenuto un referendum che si è concluso con esito favorevole all’annessione agli Stati Uniti come cinquantunesimo Stato.

Ora, la parola passa a Washington.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...