Ripresa americana, ma verso dove ?

 

Dopo i dati sulla disoccupazione, anche il PIL americano fa un regalo a Obama (basterà ?).

Nel terzo trimestre del 2012, il PIL USA è salito del due per cento, rispetto a previsioni inferiori di due millesimi.

La borse festeggiano, ma entrando nel dettaglio delle statistiche, vediamo che gli investimenti sono scesi. Le importazioni pure. Le esportazioni pure.

Ma allora da cosa deriva questa crescita del PIL ?

Solo due voci che si sono impennate: la spesa pubblica, in particolare la spesa militare, e gli investimenti immobiliari.

Nel primo caso, come è evidente, si tratta di un incremento di PIL pilotato dallo Stato, con buona pace del Partito repubblicano (vedi precedente articolo sul punto).

Nel secondo caso, il rimbalzo degli investimenti immobiliari nasconde un amarissimo risvolto, già segnalato nelle settimane scorse da vari commentatori: le banche americano stanno sfruttando i massicci stimoli della Federal Reserve per emettere nuovi mutui subprime.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...