La politica americana riscopre il centro

In precedenti articoli, avevamo evidenziato come la crisi economica avesse portato a una pericolosa polarizzazione della politica americana.

Il primo dibattito presidenziale fra il Presidente uscente Barack Obama e lo sfidante repubblicano Mitt Romney, fortunatamente, ha dato una sterzata a questa indesiderabile tendenza.

Alle prese con una campagna ormai in affanno e criticato dal suo stesso Partito, Romney ha chiaramente deciso di cambiare strategia, smettendola di corteggiare l’estrema destra. Ha cercato di usare la forza della ragione anziché la ragione della forza, smussando gli spigoli e spiegando che intende ridurre le tasse a tutti per far ripartire l’economia, non ridurle ai ricchi per favorirli.

Dopo il dibattito, ricevuta dai sondaggi la conferma della bontà della nuova strategia, ha finalmente rinnegato la sua infelice uscita secondo cui il quarantasette per cento dell’elettorato americano sarebbe composto da parassiti.

Anche oggi, Obama e Romney sono intenti a litigare sulle ultime statistiche sulla disoccupazione: buone secondo la Casa Bianca, pessime secondo il Partito repubblicano.

Uno scontro tecnico magari non particolarmente appassionante, ma di grigiore la politica americana in questo momento aveva un certo bisogno.

Annunci

Un pensiero su “La politica americana riscopre il centro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...