Stati Uniti, imputato islamista rasato con la forza

Il maggiore Nidal Hasam è un ufficiale medico psichiatra dell’Esercito degli Stati Uniti convertitosi all’Islam radicale.

Nel 2009, Hasam ha forzato l’armeria della sua base, Fort Hood in Texas, e ha cominciato a sparare all’impazzata, uccidendo tredici persone e ferendone decine.

I militari hanno risposto al fuoco. Una pallottola ha colpito Hasam alla spina dorsale, lasciandolo paralizzato dal torace in giù. Attualmente, il maggiore è agli arresti in un ospedale militare mentre è in corso il suo processo davanti a una Corte marziale. Rischia la pena di morte mediante fucilazione.

Il Tribunale, però, trova il tempo di occuparsi d’altro. Il giudice militare che lo presiede, il colonnello Gregory Gross, ha dedicato ormai sei udienze alla barba che Hasam si è lasciato crescere per ottemperare ai precetti islamici.

La barba è contraria ai regolamenti dell’Esercito, e ora Gross ha ordinato alla Polizia militare di tagliarla con la forza. La Polizia militare dovrà utilizzare un rasoio elettrico e filmare l’intera operazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...