Il Card. Martini non ha rifiutato l'”accanimento terapeutico”, ma l’alimentazione e l’idratazione

Nato a Torino il 15 febbraio 1927, Carlo Maria Martini entrò nella Compagnia di Gesù nel 1944. Fu Rettore della Pontificia Università Gregoriana, Arcivescovo di Milano, Cardinale (vedi) e Presidente del Consiglio delle Conferenze episcopali europee.

Annoverato dalla stampa fra i papabili nel conclave del 2005, ricevette in realtà pochi suffragi in quanto associato all’ala progressista.

E’ morto a Gallarate, sede di un importante Istituito del suo Ordine, il 31 agosto. Era affetto da morbo di Parkinson.

E’ comune nella stampa l’affermazione che egli abbia rifiutato l'”accanimento terapeutico”. In realtà, nei suoi ultimi giorni il Cardinale ha rifiutato anche l’alimentazione e l’idratazione, che secondo la posizione ufficiale della Santa Sede non rientrano nella definizione di “accanimento terapeutico”.

Non era un mistero, del resto, che non ci fosse piena consonanza fra il Cardinal Martini e alcuni elementi del magistero ecclesiastico.

L’ultima intervista rilasciata dal Cardinale al Corriere della sera, con toni molto duri verso le gerarchie ecclesiastiche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...