Gerusalemme, la non capitale di Israele

Una legge costituzionale israeliana del 1980 recita: “Gerusalemme, una e indivisibile, è la capitale d’Israele”.

Infatti, se andrete a Gerusalemme, troverete la sede del Governo, del Parlamento (la Knesset) e della Corte Suprema.

Ma non troverete Ambasciate straniere, nemmeno una: perché Gerusalemme non è riconosciuta internazionalmente come capitale d’Israele.

Lo Stato d’Israele nasce il 14 maggio 1948. In quella data l’Agenzia ebraica, che rappresentava il Congresso sionista mondiale nella colonia britannica della Palestina, proclamò la nascita del nuovo Stato.

Dalla sua, l’Agenzia aveva una Risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni unite e il rapporto di un Comitato speciale delle Nazioni unite, entrambi del 1947, in cui si disponeva che la Palestina venisse divisa in uno Stato ebraico e uno Stato arabo, mentre Gerusalemme sarebbe dovuta diventare una città sottoposta ad amministrazione internazionale come Tangeri e Trieste.

La posizione ufficiale della comunità internazionale è ancora che in Terra Santa dovrà nascere uno Stato palestinese da affiancare allo Stato d’Israele. Cosa ne sarà di Gerusalemme, non lo si è ancora potuto decidere. Passate di moda le amministrazioni internazionali, probabilmente la città andrà spartita fra i due Stati. Per ora rimane nel limbo giuridico, e non può essere validamente annessa da Israele.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...