Le incredibili analisi di Grilli

Se il buongiorno si vede dal mattino, sul ministero dell’Economia, delle Finanze e del Tesoro è calata la notte più profonda.

La prima intervista resa dal nuovo ministro Vittorio Grilli, infatti, fa veramente sobbalzare sulla sedia.

Di fronte al direttore del Corriere della sera, Ferruccio De Bortoli, Grilli spazia su molti temi, ma ciò che lascia basiti è il suo piano per ridurre il debito pubblico di un quinto in cinque anni.

Grazie a Grilli, basterà vendere beni pubblici per un ammontare di quindici-venti miliardi l’anno. Peccato che, poche righe prima, il ministro avesse detto: “Purtroppo, diciamo la verità, non ci sono più gli asset vendibili dello Stato e degli enti pubblici, come vent’anni fa. Vi è un patrimonio immobiliare di difficile valorizzazione, come insegnano le esperienze non felici di Scip 1 e Scip 2 [società create per vendere o cartolarizzare le proprietà degli enti, ndr], molte attività sparse a livello locale”.

Ancora più incredibile il prosieguo: “Già abbiamo un avanzo primario, cioè prima del pagamento degli interessi sul debito, del 5 per cento e calcoli una crescita nominale del 3 per cento, cioè tolta l’inflazione all’1, vorrebbe dire ridurlo [il debito pubblico] del 20 per cento in 5 anni”.

Ora, che l’avanzo primario fosse positivo, lo si sapeva già. Il problema è, appunto, il pagamento degli interessi. Cosa poi consenta al ministro di presumere che negli anni prossimi venturi ci sarà una crescita netta del tre per cento, quando il PIL è destinato di calare di due punti nel 2012, non è dato sapere.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...