“Quella casa nel bosco”, sprazzi di originalità ma nulla più

La scena in cui l’ex power ranger Anna Hutchinson bacia alla francese una testa impagliata è destinata probabilmente a diventare un tormentone.

E’ praticamente impossibile recensire “Quella casa nel bosco” senza spoiler, perciò chi continua a leggere è avvertito.

Immaginate che, nelle viscere della Terra, dormano gli Antichi, divinità padroni della Terra prima della razza umana, pronte a sterminarla se risvegliate. Il provvidenziale letargo degli Antichi, però, non è irreversibile né incondizionato. Per continuare il loro pacifico sonno, gli Antichi esigono che a intervalli regolari sia loro sacrificato un gruppo di giovani, secondo regole prestabilite la più complicata delle quali è la seguente: la morte deve avvenire per mano di una creatura mitologica o la cui esistenza comunque non sia riconosciuta dalla scienza.

Di soddisfare gli Antichi e così salvare il mondo si incarica una misteriosa organizzazione intergovernativa che attira in trappola gruppi di giovani, li isola e scatena loro contro dei mostri, facilitando il lavoro a questi ultimi con espedienti vari.

Il film segue appunto un gruppo di giovani americani, attirati dall’organizzazione in una finta casa nel bosco per essere massacri da una famiglia di zombie.

Originale ?

Ai fan dello sceneggiatore Joss Whedon (https://italianspread.wordpress.com/2012/03/04/il-ritorno-di-joss-whedon/), per la verità, saprà molto di déjà vu: stagione IV di “Buffy l’Ammazzavampiri”, in cui l’organizzazione governativa segreta dell’Iniziativa gestiva i fenomeni paranormali, sfruttandoli a fini militari.

Originalità vera o presunta a parte, comunque, il film non aggiunge molto al filone horror, anzi gioca sui luoghi comuni: gruppi di giovani & carini, sesso e violenza, location inquietanti, zombie, basi sotterranee piene di uomini armati e telecamere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...