Ma serve il credito d’imposta per assumere gli ingegneri ?

La bozza dell’ennesimo decreto sviluppo del Governo prevede la concessione di un credito d’imposta, addirittura del cento per cento, per l’assunzione di laureati o dottori di ricerca in materie tecnico-scientifiche.

Ammesso che resista, questa disposizione suscita inevitabilmente alcuni interrogativi.

Si fa un gran parlare di come i corsi di studio sfornino laureati poco appetibili per le imprese, e sotto accusa finiscono in particolare le lauree umanistiche.

Ora, le imprese ottengono un cospicuo incentivo per assumere ingegneri, informatici, chimici, ecc.

Non sarà che, come evidenziato anche da recenti dati Almalaurea (vedi articolo), l’Italia non è un Paese insofferente nei confronti dei titoli di studio troppo numerosi o inutili, ma dei titoli in studio in generale ?

Annunci

Un pensiero su “Ma serve il credito d’imposta per assumere gli ingegneri ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...