Fantozzi all’Eliseo

La presidenza di Fracois Hollande è iniziata da poco, ma se fosse un film potremmo titolarla “Fantozzi all’Eliseo”.

Assolutamente fantozziano è stato l’insediamento. Il neopresidente, subito dopo il passaggio dei poteri, ha voluto raggiungere il monumento del milite ignoto su di un’auto scoperta sotto la pioggia e ha rifiutato l’ombrello subito dopo alla deposizione delle corone (cosa che comunque è piaciuta ai militaristi di tutto il mondo).

Il pomeriggio era intenzionato a partire per Berlino per incontrarsi con la Merkel, ma al suo arrivo all’aeroporto  l’aereo presidenziale è stato colpito da un fulmine per cui ha dovuto ritardare la partenza di qualche ora.

Sia al vertice Franco- Tedesco che ai summit NATO  (o OTAN come prefriscono i francesi) e al G8 ha fatto piccole gaffe protocollari che hanno divertito gli spettatori di tutto il mondo.

La sua elezione può essere vista come la rivincita dell’uomo medio, Fanozzi appunto, sul sedicente super uomo. Sarkozy, in un dibattito elettorale ha dichiarato che fare il presidente non è un lavoro per una persona qualunque dichiarandosi di fatto un super uomo.

Certo Hollande non è l’uomo della strada, viene dall’ENA (la scuola nazionale d’amministrazione che forma la classe dirigente della Francia), ma le sue goffaggini lo avvicinano all’uomo medio  rendendolo più simpatico di un super uomo.  Lo stesso fenomeno si è riscontrato in Italia quando Berlusconi ha perso contro Prodi, che dal punto di vista comunicativo è molto simile all’attuale presidente francese.

A questo va aggiunto che il programma del nuovo inquilino dell’Eliseo è il sogno di tutti i Fantozzi europei: revoca dell’innalzamento dell’età pensionabile (già varata per decreto) e una forte riduzione degli emolumenti dei grandi dirigenti, o megadirettori come direbbe il personaggio di Paolo Villaggio.

Fin qui sembra tutto folclore, ma  ieri ha aperto ad un intervento militare in Siria ma è stato gelato da Russia e Cina che come la Francia hanno diritto di veto all’ONU.  In oltre il governo non sembra in grado di bloccare la megaliquidazione (mascherata da patto di non concorrenza) dell’ex amministratore delegato di AIR France che ha mal gestito la società ( a maggioranza pubblica).

A questo punto bisogna ricordare che a giugno i francesi saranno chiamati a rinnovare la loro Assemblea Nazionale ( il 10 ci sarà il primo turno e il 17 il secondo) se i suoi sostenitori non dovessero raggiungere la maggioranza  Hollande sarebbe costretto a coabitare con un parlamento e un governo a lui ostili, perdendo molta influenza sulla politica nazionale.

Allora sarebbe veramente un presidente Fantozzi, ma questo risultato è assai improvabile.Image

Annunci

5 pensieri su “Fantozzi all’Eliseo

      1. Si capisce, tranquillo. Magari, quando fai pezzi di colore, aggiungici oltre alla categoria principale la categoria “pour parler”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...