Inizia a calare il sipario sul caso Lockerbie

E’ morto per cause naturali a Tripoli Abdelbaset al-Megrahi, l’agente segreto del vecchio Governo libico condannato in via definitiva per la strage di Lockerbie del 1988.

L’unico colpevole morto, un nuovo Governo in Libia… inizia a calare il sipario su uno dei casi più tragici della storia occidentale.

Erano, appunto, i tardi anni ’80. La Libia del colonnello Gheddafi non aveva ancora compiuto il suo effimero riavvicinamento all’occidente, anzi combatteva una guerra asimmetrica contro la NATO finanziando vari gruppi terroristici, dalle cellule di estrema sinistra tedesche all’IRA.

La sera del 21 dicembre 1988 il volo numero 103 della Pan Am, un Boeing 747, decollò dall’aeroporto londinese di Heathrow diretto al JFK di New York.

Pochi minuti dopo il decollo, la torre di controllo perse il contatto con l’aereo. La ragione era semplice. L’aereo si era disintegrato. I suoi rottami precipitarono violentemente sul villaggio scozzese di Lockerbie. Morirono 243 passeggeri, 16 membri dell’equipaggio e 11 abitanti di Lockerbie.

L’indagine condotta dalle Autorità britanniche e americane confermò presto che era stata una bomba a far saltare l’aereo. Scoprire chi l’avesse collocata, naturalmente, fu molto più difficile.

Nel 1991, la Magistratura scozzese rinviò a giudizio al-Megrahi e Lamin Khalifah Fhimah, un funzionario della compagnia aerea di bandiera libica.

La Libia, ovviamente, negò ogni responsabilità. Ma sopraggiunse una delle fasi moderate del regime di Gheddafi, e nel 1999 fu raggiungo un accordo. Al-Megrahi e Fhimah furono consegnati alle Autorità britanniche per essere processati da un Tribunale scozzese in territorio neutro, in Olanda.

Il processo si concluse nel 2001 con la condanna di al-Megrahi e l’assoluzione di Fhimah. Al-Megrahi scontò la pena nel carcere di Greenock, in Scozia. La sua condanna, per la verità, non persuase tutti, tanto che la stessa Magistratura scozzese dispose una revisione del processo nel 2007. Prima però che la Corte d’appello potesse pronunciarsi, al-Megrahi venne scarcerato per ragioni di salute.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...