Leggi in stile Selvaggio West, l’eterno dibattito americano

George Zimmerman, 28 anni, caucasico, viveva a Orlando, in Florida. In passato aveva tentato di arruolarsi in polizia, ma aveva fallito. In realtà, aveva anche qualche precedente per reati violenti. Comunque in un certo senso era riuscito a coronare il suo sogno, diventando il capitano della ronda del suo quartiere.

Il 26 febbraio Zimmerman era di pattuglia da solo, quando avvertì la polizia di aver avvistato un ragazzo di colore sospetto. Si trattava di Trayvon Martin, 17 anni. Tornava a casa dopo aver fatto la spesa in un negozio locale. La polizia invitò Zimmerman a non intervenire personalmente. Non è chiaro cosa sia successo dopo, ma Zimmerman uccise Martin con un colpo di pistola. Martin era disarmato.

La polizia intervenne, ma non effettuò alcun arresto, ritenendo che Zimmerman avesse sparato per legittima difesa.

Sono seguite infuocate polemiche, che hanno visto dimettersi un alto funzionario di polizia, astenersi un procuratore distrettuale e rinunciare all’incarico un avvocato difensore. E’ sceso in campo perfino il Presidente Obama. Solo l’altro ieri, la Procura di Stato della Florida ha deciso di procedere contro Zimmerman, che si è costituito e attualmente si trova in custodia cautelare in attesa di giudizio.

Da decenni ormai ferve negli Stati Uniti un dibattito sulla legislazione troppo generosa nel delimitare il diritto a portare armi e alla legittima difesa non solo della persona ma anche del domicilio. Nonostante sia stato apportato qualche correttivo, i passi avanti sono stati pochissimi, a causa della fortissima pressione delle lobby conservatrici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...