Più trasparenza sui master

Il master è un corso post lauream (laurea breve se il master è di I livello, laurea magistrale se è di II livello) importato in Italia sulla base di modelli anglosassoni.

Per questo, il master non rientra nel nostro cursus honorum universitario storico (che si riassume nella laurea), e la disciplina del medesimo è rimessa dalla legge nazionale in buona parte ai regolamenti universitari. La legge si limita a prevedere che il master debba avere durata almeno annuale e richiedere allo studente l’acquisizione di almeno sessanta crediti formativi.

Di fronte a tanta vaghezza legislativa, per attirare gli studenti le Università ricorrono spesso a una formula ben definita, quella del master straight to work. Non solo cioè il master è finalizzato a dotare lo studente di competenze professionali ben specifiche e definite, ma è previsto che parte dei crediti siano maturati mediante uno stage in una prestigiosa azienda del settore pertinente, di solito a conclusione del corso.

In un momento storico in cui gli stage sono diventati una forma come un’altra di lavoro precario, il rischio è che il candidato veda nel master soprattutto un’occasione lavorativa. Ed è qui che sorge il secondo problema di questo tipo di corso. A differenza che per i classici corsi di laurea, la legge non fissa la tasse d’iscrizione massime che le Università possono richiedere agli studenti. E’ notorio infatti che i master sono molto costosi, potendo arrivare a decine di migliaia di euro.

Di fronte a queste cifre, sarebbe opportuno che gli Atenei fornissero un’informativa assolutamente trasparente sui corsi di master attivati, ad esempio specificando quanti ex corsisti hanno trovato effettivamente impiego nel settore oggetto del master, e con quali formule contrattuali.

In altre parole, il master con annesso stage diventa davvero un trampolino di lancio che consente al candidato di essere assunto, se non a tempo indeterminato almeno con un contratto decente, in un’azienda del settore ? Oppure master e stage sono solo una costosissima parentesi ?

Annunci

2 pensieri su “Più trasparenza sui master

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...