Bollette ai massimi, paghiamo le pseudo-liberalizzazioni

In piena recessione, le bollette di luce e gas si avviano allegramente a un aumento pari a quasi il dieci per cento. Come facciamo a saperlo in anticipo ? Perché l’ha deciso l’Autorità per l’energia.

Quelli della fornitura di elettricità e gas, infatti, sono settori semi-liberalizzati, meglio sarebbe dire pseudo-liberalizzati.

Sulla carta, dovrebbe funzionare più o meno così. Dovrebbe esserci un proprietario-gestore della rete fisica di distribuzione (linee elettriche e condotte del gas), distinto dai fornitori di luce e gas.

Il gestore della rete dovrebbe darla in affitto ai fornitori, che dovrebbero contendersi gli utenti finali abbassando i prezzi.

Siccome però le stesse persone che hanno ideato questo sistema non si fidano del suo funzionamento, esiste un’Autorità pubblica che fissa i prezzi massimi.

Infatti il sistema non funziona, perché ?

Perché i mercati di elettricità e gas restano dominati, in posizione di assoluto oligopolio, da ENEL ed ENI. Del resto, il primo controlla ancora le reti elettriche e il secondo i gasdotti, per cui un eventuale concorrente dovrebbe pretendere di far loro concorrenza sulla loro stessa rete.

Contro due colossi simili, ben poco può fare l’Autorità per l’energia. Non si tratta solo di sperequazione di forze. Controllando il mercato, ENEL ed ENI sono in grado di controllare anche gli indicatori economici sulla cui base l’Autorità fissa le tariffe massime. E’ il proverbiale cane che si morde la coda.

Annunci

2 pensieri su “Bollette ai massimi, paghiamo le pseudo-liberalizzazioni

    1. Sulla produzione globale di idrocarburi è difficile pronunciarsi, anche perché il mercato dell’approvvigionamento, a sua volta, è pilotato dall’OPEC. In ogni caso, se gli aumenti fossero dovuti a motivi realmente di mercato, non sarebbero pianificati in questo modo dall’Autorità per l’energia. Senza pregiudizio su discorsi molto più ampi che andrebbero fatti sul risparmio energetico, la sostenibilità dello sviluppo, ecc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...