Il crepuscolo militare americano

Era cominciato in Libia, con gli Stati Uniti che lasciavano fare il lavoro sporco a Gran Bretagna e Francia.

Poi la Siria. Militarmente nessuno si è mosso se non il Libero esercito siriano costituito dall’opposizione, è vero. Ma a ipotizzare un intervento militare è stata la Francia, e le voci danno infiltrate in Siria forze speciali britanniche, non americane. Nel campo opposto, a muoversi nell’ombra ci sarebbero forze speciali russe e iraniane.

Dopo l’ultimo test missilistico nordcoreano, è stato il Giappone a coordinare le contromisure, schierando le batterie antimissile e prendendo contatto con la Corea del Sud.

Infine, la Somalia. Nell’interno, l’Unione africana sta facendo un massiccio sforzo per debellare al-Shabab. Per quanto riguarda i pirati che infestano la costa, le Marine militari degli Stati membri dell’Unione europea sono state autorizzate per la prima volta ad attaccare obiettivi terrestri.

Che sta succedendo al gigante militare americano, che spende in difesa ancora molto più della Cina e gode comunque di una rendita incolmabile nel breve termine ? Stupisce che in tutto il mondo il Pentagono si lasci rubare la scena da improbabili comprimari: l’Europa con i suoi striminziti bilanci militari, l’Unione africana con tutti i suoi limiti, il Giappone con la sua Costituzione pacifista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...