Vendi in Cina o muori: auto di lusso scontate del venticinque per cento nel Celeste Impero

Secondo Bloomberg, i concessionari di auto di lusso in Cina – prevalentemente europei – stanno applicando massicci sconti, fino al venticinque per cento.

Chi abbia letto i nostri precedenti articoli sull’economia cinese sarà in grado di indovinare i motivi di questa campagna di saldi.

Già prima della crisi del 2008, il Governo cinese lavorava per raffreddare l’economia, a rischio di surriscaldamento.

Ultimamente, poi, Pechino sembra aver deciso in via definitiva di sganciare le sue fortune da quelle dell’Occidente, avviando una graduale transizione da un’economia basata sulle esportazioni a una basata sul mercato interno.

Naturalmente, un gigante come la Cina non cambia passo e direzione in una notte, per cui la riforma dell’economia, unita alle politiche di raffreddamento, sta ridimensionando leggermente alcuni indicatori macroeconomici cinesi.

Il rallentamento, però, non è tale da giustificare sconti del venticinque per cento su Ferrari, Maserati, Lamborghini o Mercedes. La stessa Bloomberg, infatti, indica una terza ragione dei saldi: troppi concessionari occidentali di auto di lusso hanno aperto i battenti in Cina contemporaneamente. Una disperata corsa all’oro che fa assumere echi sinistri all’avvertimento dell’amministratore delegato della FIAT, Sergio Marchionne, secondo cui l’industria automobilistica è destinata di una ristrutturazione profonda.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...