La scienza economica si è fatta troppo aristocratica

Lo spread è sceso sotto quota trecento, il Governo e la Borsa festeggiano, le agenzie di rating ci lodano. Ma chi è a stretto contatto col territorio – associazioni caritative e di categoria, studi professionali – raccontano una storia diversa. Sembra di rileggere il copione della Grecia, in cui l’Unione europea e il Fondo monetario internazionale certificano l’intervenuto salvataggio mentre i cittadini greci, per citare Nietzche, hanno ben poco l’aspetto di salvati.

D’altronde da sempre le arti e le scienze vengono influenzate dall’allocazione del potere. Nei secoli in cui il potere della Chiesa era massimo, i soggetti religiosi monopolizzavano le opere d’arte e le speculazioni filosofiche. Quando emergeva l’aristocrazia, le scienze araldiche e cavalleresche assumevano dimensioni ipertrofiche. I Governi centralizzati, infine, semplicemente monopolizzano l’arte e la scienza.

Oggi, nell’epoca dello strapotere dell’alta finanza e della concentrazione di ricchezza, lo stato di salute di una Nazione viene misurato secondo parametri completamente slegati dal benessere della popolazione di quella Nazione. Quanto poco questo abbia senso, è di per sé evidente: cos’è una Nazione senza il popolo ?

Sotto questo profilo gli Stati Uniti, patria del mercato libero e spietato, sembrano avere paradossalmente qualcosa da insegnare all’Europa. In quel Paese, infatti, i grandi partiti non sono tanto organizzazioni permanenti quanto macchine elettorali. Questo da una parte li rende perpetuamente affamati di fondi e alla mercé dei lobbisti, ma dall’altra li rende un po’ più vicini al popolo. Lo dimostra il fatto che negli Stati Uniti, quantomeno, lo stato di salute dell’economia venga misurato utilizzando come parametro principale il tasso di disoccupazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...