La resurrezione di Kirsten Dunst

Kirsten Dunst ha cominciato a recitare giovanissima, letteralmente bambina: “Il falò delle vanità” di Brian De Palma, una puntata di Star Trek, “Intervista col vampiro”, “Piccole donne”, “Jumanji”, sei puntate di E.R., “Small soldiers”, “Il giardino delle vergini suicide” di Sofia Coppola, solo per citare i titoli più noti.

Ha acquisito notorietà internazionale con la trilogia di “Spider Man” di Sam Raimi, interpretando la rossa Mary Jane Watson. Nello stesso periodo ha recitato anche in “Mona Lisa smile” di Mike Newell, con Julia Roberts, Julia Stiles, Maggie Gyllenhall e Ginnifer Goodwin, “Elizabethtown” e “Marie Antoinette” di Sofia Coppola.

Proprio nel momento in cui la fama della Dunst sembrava aver raggiunto la zenit, sono cominciati i guai. Film che sulla carta sembravano destinati a un sicuro successo, “Spider Man 3”, “Elizabethtown” e “Marie Antoinette”, non sono stati bene accolti. Sul piano personale, l’attrice si è fatta ricoverare in una clinica dello Utah specializzata nel trattamento delle dipendenze, ma da allora ha sempre dichiarato di essere stata affetta da depressione.

La Dunst è stata dimessa ed è almeno apparentemente in buona forma. Sul piano professionale, ha avuto grandi soddisfazioni: è la nuova testimonial di Bulgari e ha vinto il premio di miglior attrice al Festival di Cannes per il film “Melancholia” di Lars Von Trier. Il film è appunto sulla depressione, e poiché prende l’argomento molto di punta, il fatto che la Dunst abbia accettato e saputo padroneggiare così bene una parte simile ci fa ben sperare in una rinascita – non solo professionale ma anche personale – di questa veterana del grande schermo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...