Cosa prevede il diritto canonico contemporaneo per gli eretici

In occasione dell’anniversario della morte del filosofo Giordano Bruno, arso al rogo il 17 gennaio 1600, è opportuno chiedersi come la Chiesa, al giorno d’oggi, tratterebbe un eretico.

Il delitto di eresia nel diritto canonico esiste ancora, ed è commesso da chiunque professi esteriormente una dottrina contraria ai dogmi cattolici. Ai sensi del canone 1364 del Codice di diritto canonico vigente, promulgato da Papa Giovanni Paolo II nel 1983, l’eretico è punico con la scomunica e con la perdita di eventuali cariche in seno alla Chiesa. Se il delitto è commesso da un chierico (cioè da un sacerdote o diacono), quest’ultimo può essere condannato anche all’obbligo o al divieto di dimora. In caso di eresia ostinata o scandalosa, possono essere aggiunte altre pene.

Salvi alcuni casi eccezionali in cui la competenza è riservata alla Santa Sede, la competenza a procedere spetta al Vescovo del luogo in cui è stato commesso il delitto, o in cui il presunto eretico è domiciliato ai sensi del diritto canonico. Il Vescovo ha competenza anche inquirente, cioè procede alle indagini. Se ritiene il delitto accertato, ha amplissimi poteri discrezionali. Spetta a lui decidere se sia nell’interesse della Chiesa e delle anime rimanere inerti, limitarsi ad ammonire riservatamente il colpevole, ammonirlo in pubblico o applicargli la pena prevista dal Codice. Se decide di applicare la pena, il Vescovo può deciderlo di farlo con una procedura a porte chiuse, per decreto extragiudiziale, nell’ambito della quale l’imputato ha comunque un limitato diritto di difesa, o con un solenne processo pubblico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...