Il conflitto in Palestina pericolosamente vicino a una fine unilaterale

“Ubi solitudinem faciunt, pacem appellant” (Publio Cornelio Tacito)

Il conflitto palestinese, che incancrenisce il mondo intero addirittura dagli anni ’40, potrebbe avviarsi alla fine. Ma non con i due Stati israeliano e palestinese, come auspicato dall’ONU e dal Quartetto. Semplicemente, la controversia potrebbe estinguersi in quanto una delle due parti in causa, la Palestina, potrebbe cessare di esistere.

Israele si è infatti attenuta con successo a una strategia da formichina, erodendo lentamente, pezzo per pezzo, i territori assegnati alla popolazione araba: con l’annessione di Gerusalemme Est, con le colonie, con le basi militari, i posti di blocco, le approssimazioni nel passaggio del Muro.

L’Organizzazione per la liberazione della Palestina, in quanto Autorità nazionale palestinese, dopo la secessione della Striscia di Gaza controlla ormai sono un mosaico di enclave nel territorio controllato dall’Amministrazione civile o militare israeliana, che per la loro conformazione minuta e frastagliata ricordano tragicamente i bantustan sudafricani. Di fatto, l’OLP è militarmente assediata, e quasi completamente alla mercé del nemico. Mentre lotta per sopravvivere alla pressione militare israeliana, l’insidioso virus della colonizzazione la indebolisce lentamente, giorno dopo giorno.

Se vuole avere qualche concreta possibilità di tutelare la popolazione araba, l’OLP dovrebbe forse rivedere i suoi rapporti con la Giordania. Un tempo, la Cisgiordania rivendicata dall’OLP era considerata territorio del Regno di Giordania, che si chiamava appunto Transgiordania. Israele doveva così opporsi a uno Stato arabo ricco e relativamente bene armato. Ai tempi di Yasser Arafat, l’OLP dichiarò la propria indipendenza, e rovesciò letteralmente il Governo transgiordano in Cisgiordania.

In questo momento, però, una rinnovata sottomissione alla Corona giordana potrebbe essere il male minore. All’indipendenza o all’autonomia della Palestina si penserà poi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...