L’articolo dello Spiegel sulla Costa Concordia che ha dato scandalo

Si riporta l’articolo “Omissione di soccorso all’italiana” di Jan Fleischhauer, pubblicato sull’ultimo numero del settimanale tedesco Der Spiegel. La traduzione è di Claudia Della Santa, che gestisce il sito “Italiatradotta – L’Italia vista dai giornali stranieri”: http://claudialanguages.wordpress.com/.

“Il carattere di un popolo é un’invenzione ormai superata, lo si apprende già a scuola, gli sterotipi sulle nazioni hanno fatto il loro corso. Ma é davvero così? Pensieri anacronistici sull’odissea di un capitano italiano

Mano sul cuore: qualcuno si é meravigliato del fatto che lo sfortunato capitano di “Costa Concordia” sia italiano? Qualcuno riesce ad immaginare un capitano di marina tedesco o piuttosto inglese facendo una tale manovra, compresa la fuga finale?

Questi tipi li abbiamo conosciuti durante le vacanze al mare: un uomo dalle imprese eroiche che usa troppo le mani mentre parla.  In principio sembra innocuo, basta non lasciarlo avvicinare a macchinari pesanti, come dimostrato. Fare una “bella figura” é ormai lo sport nazionale italiano, che consiste nell’impressionare gli altri. Anche Francesco Schettino ha voluto fare una bella figura, peccato che si é trovato davanti una roccia.

Va bene, non é stato per niente corretto. Da molto tempo abbiamo perso l’abitudine di scomodare gli stereotipi culturali per esprimere giudizi sui nostri vicini. E’ una cosa da ignoranti o ancora peggio da razzisti (anche se, tanto per rimanere in tema, non é molto chiaro fino a che punto esista la razza italiana).

Il carattere nazionale é un po’ come le differenze tra i generi. Ovviamente é scomparso da tempo, ma nella vita di tutti i giorni continuiamo comunque ad incrociarlo. Basta trascorrere un pomeriggio all’asilo, per dubitare di tutto ciò che la pedagogia illuminata ci insegna sulla differenza dei generi come costrutto sociale.

In realtà esiste un’intero mercato clandestino che si mantiene anche abbastanza bene trattando delle differenze tra Marte e Venere e dei modi migliori per affrontarle.

Pendant a tale introduzione é la guida turistica, che ci guida tra le caratteristiche e perciò le tipologie di culture differenti.

In qualche modo, dal punto di vista mediatico almeno, ancora oggi l’unno si nasconde in ognuno di noi

Sono soprattutto i tedeschi ad avere qualche problemino con le attribuzioni culturali. Ad esempio ancora oggi gli Inglesi pensano che siamo dotati di poco humor – nonstante anni di sforzi da parte di grandi della comicità come Mario Barth, Achtung Kabarett e Hagen Rether. I Francesi a loro volta prendono in giro la cucina inglese e i Belgi l’avarizia degli Olandesi.

Conosciamo il carattere di un popolo solo nelle sue varianti negative, come autoaccusa. Appena spuntano fuori dei ragazzi con delle stupidità, allora compare sui giornali l’investigatore dei conflitti Wilhelm Heitmeyer che ci spiega perché la pace sociale sia in pericolo (“una situazione esplosiva”) e si trovi sull’orlo del precipizio.

In qualche modo, dal punto di vista mediatico almeno, ancora oggi l’unno si nasconde in ognuno di noi.

Non c’è bisogno di scomodare la genetica per capire che le nazioni sono diverse una dall’altra. Le cause sono climatiche e anche la lingua gioca un suo ruolo. Di norma questo non ha grande importanza, basterebbe solo non basare la politica sulla supposizione che i confini significano ancora solo nel loro senso figurato. Cosa può accadere quando, per motivi politici si prescinde dalla psicologia del popolo, ci é mostrato dall’attuale crisi monetaria, che oggigiorno abbiamo perso un po’ di vista perché il Signore del Castello richiama su di sé tutta l’attenzione. Stavolta lo scoglio davanti la nave é il tasso di interesse del mercato.

Difetto congenito dell’Euro? Essere la camicia di forza di culture differenti

Se ora si parla dappertutto solo delle diverse capacità dei Paesi dell’Eurozona, questo é il modo certo per dire che alucni stereotipi hanno la loro legittimità. Il difetto congenito dell’Euro é stato stringere culture economiche tanto diverse con la camicia di forza di una stessa moneta.

Per capire che questo non avrebbe mai potuto funzionare, non erano necessari studi di economia politica, una visita a Napoli o nel Peloponneso sarebbero state sufficienti. Adesso si cerca disperatamente una soluzione. La risposta della Cancelliera é che tutti diventino come noi. Vedremo se avrà successo. Le nazioni possono cambiare, e questa é una consolazione. 2000 anni fa gli Italiani avevano un impero che si estendeva dall’Inghilterra all’Africa. I Tedeschi, nel frattempo, si danno da fare per salvaguardare il sistema ferroviaro da troppa neve e ghiaccio. A volte ci vuole molto tempo per sfatare gli stereotipi. A volte ci vogliono generazioni.”

Annunci

3 pensieri su “L’articolo dello Spiegel sulla Costa Concordia che ha dato scandalo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...