L’autotrasporto, il tallone d’Achille dello Stato moderno

Nell’Ottocento, uno dei simboli della sovranità dello Stato era la costruzione delle vie ferrate. Le ferrovie servono a trasportare le tradotte di soldati, il materiale bellico, gli approvvigionamenti. Sono gestite da enti pubblici, o comunque da grandi compagnie ferroviarie facili da nazionalizzare. Se le ferrovie mancano, il vitale trasporto degli uomini e delle merci è affidato ai mezzi privati, con i gravi rischi che ne conseguono per l’Autorità pubblica.

Lo scoprì il Governo socialista del Cile negli anni ’70. La CIA fece molto per farlo cadere, ma a detta di tutti una delle mosse piu’ azzeccate fu assoldare i sindacati dei camionisti. Questi ultimi paralizzarono il Paese, creando quella situazione di emergenza che aprì la strada al colpo di Stato militare.

Il camionista è un simbolo della fragilità dell’autorità statuale nel mondo contemporaneo. E’ un privato al volante di un mostro d’acciaio che può arrivare a pesare oltre quaranta tonnellate. Può coordinarsi con gli altri camionisti via radio, come in un’unità militare. In ogni caso, senza di lui le merci e la benzina non arrivano. Almeno in molti Paesi, fra cui l’Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...