La Giamaica non vuole più essere un Reame, l’Impero di Cameron perde un altro pezzo

Conquistata nel XVII secolo, la Giamaica è stata una delle più antiche colonie britanniche prima di ottenere l’indipendenza nel 1962.

Oggi, l’isola rimane parte del Commonwealth, e la Regina Elisabetta è ancora il Capo dello Stato, rappresentato a Kingston dal Governatore generale Sir Patrick Linton Allen, membro dell’Ordine di San Michele e San Giorgio.

Naturalmente, il Governatore generale non interferisce con la politica giamaicana, se non in caso di crisi parlamentari, lasciando campo libero al primo ministro locale. Quello appena entrato in carica è una donna, Portia Simpson Miller del Partito nazionalpopolare. Nel suo discorso d’insediamento, la Simpson Miller ha annunciato che il suo Governo intende trasformare la Giamaica in una Repubblica, sostituendo il Governatore generale di nomina britannica con un Presidente giamaicano.

Per la verità, non è la prima volta che dal Governo giamaicano arriva questo annuncio senza che poi seguano i fatti. Ed effettivamente a Kingston ci sarebbero altri problemi più urgenti da affrontare, primo fra tutti il sottosviluppo dell’isola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...