Dopo i disservizi le quattro classi: le Ferrovie dello Stato ci portano sempre più addentro l’Ottocento

Non è mai stato un segreto che le Ferrovie dello Stato abbiano un debole per la Belle Epoque, almeno per i pendolari. Il livello del servizio, infatti, è approssimativamente quello della Transiberiana ai tempi della guerra fra Impero Russo e Giapponese.

Ora però le FS sono state colpite da una nostalgia ancora più acuta, che la ha portate a regredire anche rispetto alla Belle Epoque. Infatti il Titanic, varato nel 1911, aveva tre classi di passeggeri, mentre i nuovi treni Frecciarossa ne avranno quattro. Quattro. Standard, premium, business ed executive.

Si sa che le parole inglesi spesso si usano nel mondo commerciale per coprire realtà imbarazzanti. Ad esempio, in certe società finanziarie lo “junior consultant” è il poveraccio costretto a rifilare prodotti spazzatura a parenti e amici, prima di esaurire il suo portafoglio personale ed essere licenziato.

In questo caso, anche i termini “standard”, “premium”, “business” ed “executive” meriterebbero una traduzione più verace: “straccioni”, “poveracci”, “brave persone” (detto con un pizzico di compatimento) e “signori”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...