Improvviso voltafaccia dell’Arabia Saudita sulla vendita di prodotti femminili

In Arabia Saudita, attualmente, alle donne è vietato lavorare come commesse, perfino nei negozi di articoli femminili come le boutique di biancheria intima.

A breve, però, entrerà in vigore un Regio Decreto che, con un brusco voltafaccia, non solo consente alle donne di lavorare nei negozi di articoli femminili, ma vieta che ci lavorino gli uomini.

Ennesima concessione del Governo saudita ai conservatori, per evitare che uomini musulmani maneggiassero reggiseni e tanga ? Sembra di no. Al contrario, i conservatori osteggiano il Regio Decreto, che conferisce alle donne una libertà considerata pericolosissima: quella di accesso al mercato del lavoro.

Pertanto il Regio Decreto, che si applicherà inizialmente ai negozi di biancheria intima per poi estendersi a quelli di cosmetici, aumenta semmai le distanze fra la Corona saudita e i conservatori religiosi che ne sono stati lo storico pilastro. Autentica volontà riformatrice ? O forse il Governo di Riyadh ha smesso di corteggiare gli ultraconservatori, considerandoli ormai irrimediabilmente guadagnati all’estremismo ?

Annunci

2 pensieri su “Improvviso voltafaccia dell’Arabia Saudita sulla vendita di prodotti femminili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...