La General Motors fa fallire la Saab per non cedere tecnologia alla Cina

La Saab venne fondata nel 1937 come fornitore delle forze armate svedesi. Serviva un’industria tecnologicamente avanzata per rendere effettiva la neutralità del Paese. Non fu uno sforzo inutile, e durante la Seconda guerra mondiale la Svezia rimase effettivamente neutrale, seppure a prezzo di gravi compromessi con i nazisti che occupavano la Danimarca e la Norvegia.

La neutralità, però, permise alla Saab di inaugurare già nel 1944 il Progetto 92, per dotare gli svedesi di un’auto. Il resto è storia.

Nel 1989, la General Motors americana acquistò il cinquanta per cento delle azioni e l’opzione sul resto del capitale. Nel 2008 iniziarono i problemi, e la società finì in amministrazione controllata. Fu l’inizio di una lunga agonia. L’unica luce in fondo al tunnel era la possibilità che la Saab venisse rilevata dalla concorrente cinese BAEC (Beijing Automotive Import & Export Corporation, http://www.baiec.com/newEbiz1/EbizPortalFG/portal/html/index.html), ma non se ne fece nulla.

Dopo vari tira e molla, si fece aventi una seconda cordata cinese, ma la General Motors bloccò l’acquisizione nel timore che i concorrenti asiatici acquisissero tecnologia americana. Risultato: oggi la Saab ha presentato istanza di fallimento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...