I sospettati della crisi finanziaria: ieri gli speculatori, oggi la Germania

Quando succede qualche grosso guaio, c’è sempre la tentazione di cercare un capro espiatorio. A Milano, durante la peste del 1630, la città esausta trovò le forze per scatenare la caccia agli “untori”, presunti terroristi biologici ante litteram, in grado di diffondere la pestilenza per mezzo di misteriose sostanze. Il commissario di sanità Guglielmo Piazza e il barbiere Gian Giacomo Mora, identificati come untori e dichiarati colpevoli di alto tradimento dal Senato cittadino, furono esposti su una carretta, torturati con tenaglie roventi, mutilati della mano destra, sottoposti alla frattura delle ossa, torturati di nuovo sulla ruota, sgozzati e bruciati. Alla vicenda Alessandro Manzoni dedicò un famoso saggio, la “Storia della colonna infame”. Il titolo era ispirato dalla colonna eretta dalle Autorità sulle rovine della bottega del Mora, con una lapide su cui era pubblicato il sunto della condanna (quest’ultima ancora esposta al Castello Sforzesco).

Ancora più noto è come la Germania, in ginocchio dopo la Prima guerra mondiale, incolpò di tutti i suoi mali un’indefinita congiura ebraico-marxista.

Non stupisce, perciò, che dal recente riacutizzarsi della crisi finanziaria si parli spesso di speculatori, responsabili del crollo delle Borse e della svalutazione dei titoli di Stato. Da pochi giorni, alla lista dei sospettati è stata aggiunta anche la Germania, che grazie alla corsa ai beni rifugio riesce a vendere i suoi titoli di Stato a interessi irrisori.

Tutte fantasie dunque ? In un modo razionale sarebbe così, ma quello contemporaneo è un mondo malato. E’ storicamente accertato, per esempio, che nel 1992 un uomo solo, il finanziere americano George Soros, affondò la sterlina. Quanto alla Germania, le ambiguità e le ombre della sua gestione della crisi sono state evidenziate in questa stessa webzine in precedenti articoli.

L’ipotesi che resta più plausibile, tuttavia, è che l’Occidente si stia avviando a un fisiologico tramonto dopo secoli di dominazione ininterrotta e incontrastata della storia mondiale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...