Crisi dell’Eurozona, la Gran Bretagna spara sulla Croce rossa

Il Lord Sindaco di Londra (Lord Mayor) è una sorta di capo simbolico e cerimoniale della città, che è effettivamente amministrata da un normale Sindaco (Mayor).

Il Lord Sindaco è noto soprattutto per il fastoso banchetto che offre una volta l’anno, mettendo in mostra le origini medievali della sua carica con una sfilata di carrozze, alabardieri e abiti storici. Un pezzo di vecchia Inghilterra come pochi altri, insomma. Una cornice ideale per mettere in mostra, un volta di più, lo storico euroscetticismo britannico.

Com’è consuetudine, infatti, anche quest’anno c’è stato un intervento del primo ministro di Sua Maestà, David Cameron, di cui riportiamo il passaggio chiave a proposito della crisi che ha investito l’Eurozona: “Il cambiamento è fonte di opportunità. In questo caso, l’opportunità di ridisegnare l’Unione europea in modo da servire meglio gli interessi di questa Nazione nonché gli interessi delle sua altre ventisei Nazioni. Un’opportunità, nel caso della Gran Bretagna,  per far ritornare i poteri agli Stati membri anziché rinunciare ad essi, e per l’Unione europea per concentrarsi su ciò che è veramente importante. Il fatto è che l’Unione europea è diventata talmente distante dalla realtà nel momento in cui le sue Istituzioni chiedono aumenti del loro bilancio mentre i cittadini europei stringono la cinghia. Il fatto è che l’Unione europea è fonte di inutili interferenze, regole e regolamenti che frenano la crescita anziché incrementarla”.

E’ un vero mistero come il primo ministro Cameron possa pensare che un simile attacco frontale all’Unione europea, da parte di uno Stato membro di peso, possa essere costruttivo in un momento di attacco all’euro. Eppure, con buona pace di tutto lo storico insularismo britannico, se la crisi dell’Eurozona degenera, la Gran Bretagna non sarà certo immune…

Allargando la prospettiva al di fuori dell’attuale emergenza, viene inoltre da pensare che la Gran Bretagna, per il bene dell’Europa ma anche suo, debba finalmente decidere qual è la posizione rispetto all’integrazione europea. Se è contraria all’integrazione, receda dall’Unione e rilanci il Commonwealth e la special relationship con gli Stati Uniti. Se è favorevole, adotti pure dei distinguo, ma anche un atteggiamento più costruttivo.

Annunci

Un pensiero su “Crisi dell’Eurozona, la Gran Bretagna spara sulla Croce rossa

  1. Agli Inglesi, ormai, piace così: intervenire solo di rado e stare a guardare.
    Non mi stupirei se fossero preoccupati delle sorti del continente, e si interrogassero se l’Inghilterra deve o no intervenire per salvarci, come gli tocca fare quando ci mettiamo nei guai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...